Opera d'arte

Scheda

Autore

pittore fiorentino (prima metà del XVII secolo)

Titolo

Angelica si cela a Ruggiero

Cronologia

1636

Tecnica

olio su pietra paesina

Tipologia

dipinto

Misure

cm 26 x 35

Collocazione

Firenze, Museo dell’Opificio delle Pietre Dure, inv. 1905 n. 721

Provenienza

collezione di Carlo de Medici

Bibliografia

P. Benassai, scheda 76, in L’arme e gli amori. La poesia di Ariosto, Tasso e Guarini nell’arte fiorentina del Seicento, catalogo della mostra (Firenze, 21 giugno-20 ottobre 2001), a cura di E. Fumagalli, M. Rossi, R. Spinelli, Livorno, 2001, p. 210

Note

la pittura è poco visibile a causa della caduta di colore in alcuni punti della superficie

Studio

Soggetti

Angelica e Ruggiero; Ruggiero perde l'ippogrifo

Personaggi

Angelica, Ruggiero, Ippogrifo

Ambientazioni

Esterno

Note

A sx della composizione si riconosce Ruggiero che tenta di togliersi l'armatura (XI, 3, vv. 3-4), mentre Angelica si porta alla bocca l'anello magico che rende invisibili (XI, 3, vv. 5-8; 6, vv. 5-6). A dx si nota la piccola figura dell'ippogrifo che, libero dal morso, si allontana in volo (XI, 13, vv. 7-8)