Opera d'arte

Scheda

Autore

Fidani, Orazio

Titolo

Congedo di Angelica e Medoro dai pastori

Cronologia

1634

Tecnica

olio su tela

Tipologia

dipinto

Misure

cm 230 x 340

Collocazione

Firenze, Galleria degli Uffizi, inv. 1890 n. 3559

Provenienza

collezione di don Lorenzo de' Medici

Bibliografia

F. Baldassarri, scheda n. 84, in L’arme e gli amori. La poesia di Ariosto, Tasso e Guarini nell’arte fiorentina del Seicento, catalogo della mostra (Firenze, 21 giugno-20 ottobre 2001), a cura di E. Fumagalli, M. Rossi, R. Spinelli, Livorno, 2001, p. 218;

E. Fumagalli, Ariosto e Tasso nelle quadrerie medicee del Seicento, in L’arme e gli amori. La poesia di Ariosto, Tasso e Guarini nell’arte fiorentina del Seicento, catalogo della mostra (Firenze, 21 giugno-20 ottobre 2001), a cura di E. Fumagalli, M. Rossi, R. Spinelli, ìLivorno, 2001, pp. 72-84: 80

Studio

Soggetti

Angelica e Medoro

Personaggi

Angelica, Pastore, Moglie del pastore

Ambientazioni

Esterno

Note

Angelica offre il braccialetto che aveva ricevuto in dono da Orlando alla moglie del pastore in segno di ringraziamento per l'ospitalità ricevuta (XIX, 40, vv. 1-6). Il dipinto si distingue dalla narrazione ariostesca per il particolare del pastore rappresentato sullo sfondo in atto di ricevere un piatto di frutta da un putto volto di schiena.